Pubblica amministrazione

Procedura aperta per l'affidamento dei servizi di ingegneria ed architettura concernenti la “redazione della progettazione esecutiva, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione e la direzione dei lavori” per l’intervento denominato “messa in sicurezza definitiva e di restauro delle facciate della galleria della Vittoria fronte occidentale - fronte orientale e adiacente muro di sostegno della via Cesario Console”: Bando

Oggetto: Procedura aperta per l'affidamento dei servizi di ingegneria ed architettura concernenti la “redazione della progettazione esecutiva, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione e la direzione dei lavori” per l’intervento denominato “messa in sicurezza definitiva e di restauro delle facciate della galleria della Vittoria fronte occidentale - fronte orientale e adiacente muro di sostegno della via Cesario Console”
Tipo di fornitura:
  • Ingegneria e Architettura
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 252.192,80
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 252.192,80
CIG: 7431713B91
CUP: B69D17019410006
Stato: In svolgimento
Centro di costo: Direzione Centrale Pianificazione e Gestione del Territorio – Sito Unesco - Programma Unesco e Valorizzazione della Città Storica
Aggiudicatario provvisorio: STUDIO BATTISTA ASSOCIATI - Capofila: STUDIO BATTISTA ASSOCIATI
Data pubblicazione: 16 maggio 2018 12:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 05 giugno 2018 12:00:00
Data scadenza: 11 giugno 2018 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • Domanda di partecipazione
  • Autocertificazione
  • Documento di Identità
  • Contributo ANAC
  • Cauzione - Fidejussione
  • Eventuali documenti integrativi
  • DGUE
  • Patto di Integrità
  • Documentazione prevista dall'art. 89 del Codice, in caso di avvalimento.
Per richiedere informazioni: Servizio Programma UNESCO e valorizzazione della città storica – Largo Torretta 19, 80122 Napoli; tel. 081/7956080 – fax 081/7958211

Pubblicazioni ai sensi dell'art. 29 D.lgs. 50/2016

Nome Data pubblicazione
DISPOSIZIONE NOMINA COMMISSIONE 02/07/2018 15:48:17
CV LANZUISE 02/07/2018 15:48:44
CV PALAZZO 02/07/2018 15:49:11
CV SOMMELLA 02/07/2018 15:49:32
verbale sedute del 12 e 13 giugno 2018 13/06/2018 12:25:28
verbale seduta del 20/06/2018 20/06/2018 12:10:27
verbale seduta del 22/06/2018 22/06/2018 12:36:12
Verbale seduta del 09/07/2018 09/07/2018 11:32:04
Verbale seduta del 03/09/2018 03/09/2018 14:46:07

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

il restauratore e il geologo devono essere presenti nella RTP?

Risposta:

Così come precisato al punto 4.2 del disciplinare di gara tutti i soggetti (compresi il geologo ed il restauratore) che compongono la struttura operativa devono assumere il ruolo di componente del RTI concorrente o, in alternativa, devono essere in rapporto di lavoro subordinato o parasubordinato (rapporto di lavoro qualificabile come collaborazione coordinata e continuativa) con l'operatore economico che partecipa alla procedura di gara. A tal fine l’operatore economico deve precisare il rapporto che intercorre con tali soggetti.

FAQ n. 2

Domanda:

la parcella sembra non interessare la categoria degli strutturisti la cui presenza è richiesta nel raggruppamento tipo.si calcola solo in ordine alla categoria E22. E' esatto?Quali sono i lavori di consolidamento che dovrebbero riguardare gli strutturisti?

Risposta:

La precisa definizione degli interventi di tipo strutturale potrà avere luogo solo in sede di progettazione esecutiva a seguito delle valutazioni effettuate dai progettisti incaricati conseguentemente all’esecuzione dei rilievi e delle verifiche di stabilità propedeutici alla redazione della progettazione richiesta. 

Pertanto la parcella è stata calcolata relativamente alla sola categoria E.22. alla quale sono ascrivibili “interventi di manutenzione, restauro, risanamento conservativo, riqualificazione, su edifici e manufatti di interesse storico artistico soggetti a tutela ai sensi del D.lgs. 42/2004, oppure di particolare importanza”.

FAQ n. 3

Domanda:

Considerato che ad oggi la procedura di qualificazione relativa alla formazione di un albo dei restauratori non è stata ancora conclusa dal Ministero Beni Culturali, si richiedono a codesta Stazione Appaltante chiarimenti in merito alla modalità con la quale va dimostrato il possesso dei requisiti necessari a dimostrare la qualifica di Restauratore"

Risposta:

In sede di gara sarà sufficiente dichiarare, ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.p.r. 445/2000, il possesso dei requisiti in capo al Restauratore di BB.CC. in possesso della relativa qualifica come da normativa vigente.

Ai sensi dell'art. 85 del Codice, la Stazione Appaltante prima di aggiudicare la gara, procederà alla verifica dei requisiti speciali e generali dichiarati dal concorrente primo classificato. Fermo restando che, sempre ai sensi dell’art. 85, comma 5, la stazione appaltante si riserva di chiedere agli offerenti, in qualsiasi momento nel corso della procedura, di presentare tutti i documenti complementari o parte di essi, qualora questo sia necessario per assicurare il corretto svolgimento della procedura. La stazione appaltante procede alla suddetta verifica in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive (DGUE e altre dichiarazioni integrative), rese dai concorrenti in merito al possesso dei requisiti generali e speciali.

Pertanto ai fini della comprova dei requisiti richiesti dal Bando, il concorrente primo classificato dovrà dimostrare il possesso del titolo di Restauratore di BB.CC. attraverso i diplomi rilasciati dalle Scuole di alta formazione, così come inserite nell’ ELENCO MIUR DELLE ISTITUZIONI FORMATIVE CHE HANNO ISTITUITO CORSI DI FORMAZIONE DEI RESTAURATORI, E, del MIBACT (SAF – Scuole di Alta Formazione); in alternativa sarà possibile dimostrare il possesso del titolo equipollente ai sensi della normativa vigente per le scuole estere. 

Ulteriore comprova dei requisiti sarà costituita da tutta la documentazione con data certa, all’uopo richiesta dalla stazione appaltante, sulla base dei requisiti indicati dall’art. 182 comma 1-bis e s.m.i. del D.L. n. 42/2004.

In attesa dell’elenco nazionale dei Restauratori di BB.CC., nel caso lo stesso venga istituito entro la data di scadenza del presente Bando, sarà necessario presentare copia dello stesso, comprovante la presenza del nominativo del candidato.

In ogni  caso si applicano le disposizioni di cui all’art. 182 del D.L.n.42/2004 e s.m.i.

FAQ n. 4

Domanda:

Ho due progetti pertinenti al bando ma siglati dal rup quali E21 cat,D nonostante siano stati vagliati dalle rispettive sopraintendenze in quanto vinolati,posso partecipare comunque?

Risposta:

Si riporta quanto indicato nella delibera ANAC n. 138 del 21 febbraio 2018 “Linee Guida n. 1 - Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria aggiornate al d.lgs. n. 56 del 19/4/2017”, che precisa che ai fini della qualificazione le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare (non necessariamente di identica destinazione funzionale) sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare.

Pertanto la categoria E.21, avendo un grado di complessità pari 1,20, non può essere utilizzata per comprovare i requisiti richiesti per la categoria E.22, il cui grado di complessità è pari ad 1,55.

FAQ n. 5

Domanda:

In merito al numero di schede (tre) indicate nel disciplinare a pag. 39 per la dimostrazione dei servizi svolti, si chiede se una "scheda" formato A3, compilata su entrambe le facciate, sia equivalente a due "schede" formato A3 compilate solo su una facciata, considerato che nella consegna telematica dei documenti, sarà impossibile visionare un documento fronte/retro. Distinti saluti

Risposta:

In merito al numero di schede (tre) indicate nel disciplinare a pag. 39 per la dimostrazione dei servizi svolti, la "scheda" formato A3 compilata su entrambe le facciate sarà considerata equivalente a due "schede" formato A3 compilate solo su una facciata, pertanto il numero totale di schede A3 dovrà essere pari o inferiore a 6 schede formato A3 compilate solo su una facciata.

FAQ n. 6

Domanda:

In riferimento alla domanda di partecipazione e le dichiarazioni integrative, indicate rispettivamente a pag. 29 e 32 del disciplinare, da produrre per partecipare alla procedura in oggetto, si chiede se è possibile mettere a disposizione un format/modello da utilizzare per l'inserimento di tutti i dati necessari in caso di partecipazione come R.T.P. costituendo. Distinti saluti

Risposta:

Non adottiamo modelli fac-simile per la documentazione amministrativa. Per poter partecipare alla presente procedura di gara si consiglia di leggere attentamente l'Allegato "Istruzioni per la partecipazione" caricato sulla piattaforma insieme alla documentazione di gara.

FAQ n. 7

Domanda:

In riferimento alla domanda di partecipazione e le dichiarazioni integrative, indicate rispettivamente a pag. 29 e 32 del disciplinare, da produrre per partecipare alla procedura in oggetto, si chiede se è possibile mettere a disposizione un format/modello da utilizzare per l'inserimento di tutti i dati necessari in caso di partecipazione come R.T.P. costituendo. Distinti saluti

Risposta:

Non adottiamo modelli fac-simile per la documentazione amministrativa. Per poter partecipare alla presente procedura di gara si consiglia di leggere attentamente l'Allegato "Istruzioni per la partecipazione" caricato sulla piattaforma insieme alla documentazione di gara.

FAQ n. 8

Domanda:

La RTP può essere composta da professionista singoli e per il restauratore da ditta abilitata con direttore tecnico abilitato al ruolo di restauratore? Tutti i partecipanti alla RTP devono essere iscritti su napoli.acquistitelematici? Grazie

Risposta:

Si conferma che il costituendo RTP può essere composto da professionisti singoli e da restauratore che può identificarsi con il direttore tecnico abilitato al ruolo di restauratore facente parte dell’organico di uno dei soggetti facenti parte il RTP. Riguardo il possesso dei requisiti in capo alla suddetta figura professionale si rimanda a quanto già precisato in una delle precedenti FAQ.

 Relativamente ai soggetti ammessi a partecipare e alle condizioni di partecipazione si rimanda al parag. 4 (4.1 e 4.2) del Disciplinare di gara nonché alla normativa vigente.

Cosi come recita il Disciplinare di gara al parag. 11 le ditte che intendano partecipare alla gara dovranno accedere all'indirizzo: https://napoli.acquistitelematici.it e provvedere alla registrazione (usufruendo del supporto tecnico ivi previsto) ovvero se, già registrati, effettuare il Login. Indi, visualizzata la gara in Home – "ultime gare pubblicate" ovvero in "Bandi di gara", selezionare, in dettagli, "avvia la procedura di partecipazione". A questo punto sarà possibile allegare, entro e non oltre il termine di scadenza previsto, nel seguente ordine, la documentazione amministrativa, la documentazione offerta tecnica e la documentazione offerta economica di cui al presente disciplinare. Completata la fase di caricamento di tutta la documentazione, sarà possibile selezionare "Trasmetti e conferma la partecipazione" e scaricare la relativa ricevuta; il sistema genera un messaggio di conferma partecipazione.

In caso di partecipazione di costituendo RTI, alla voce “In che forma desidera partecipare?”selezionare, nell'anagrafica del concorrente, l’opzione Raggruppamento temporaneo di imprese (ATI) o Professionisti (RTP), il software consentirà di inserire il nome del raggruppamento e dei componenti. L’Azienda o il Professionista corrispondente all’utente che ha effettuato il login verrà considerato il capofila del raggruppamento. Cliccando su Aggiungi un componente al raggruppamento è possibile inserire i dati del/i componente/i. Si precisa che l'operatore economico può ritirare la partecipazione fino al momento di avvio della seduta di gara. Per ogni dubbio o chiarimento relativi alla procedura di partecipazione alla gara, gli operatori economici sono invitati a prendere visione dei manuali-guide disponibili sulla piattaforma. Ai fini della partecipazione alla presente gara, i concorrenti devono prendere visione delle "Istruzioni per la partecipazione ad una procedura di gara telematica", allegate alla documentazione di gara, ed essere in possesso dei requisiti informatici ivi previsti.

FAQ n. 9

Domanda:

cosa si intende per avvenuto espletamento negli ultimi 10 anni di servizi ecc...... art. 6.3/a rispetto a avvenuto svolgimento negli ultimi 10 anni di due servizi ecc...... art. 6.3/b e se possono essere usati gli stessi progetti.

Risposta:

I servizi di cui al punto 6.3 lett. a) possono essere frazionati sempre che siano stati svolti in misura percentuale superiore dalla mandataria rispetto a ciascuna dei mandanti.

Invece, così come precisato al punto 6.4 del Disciplinare di gara, i due servizi richiesti di cui alla lettera b) (servizi di punta) non possono essere frazionati, pertanto in caso di raggruppamento temporaneo, ognuno dei due servizi di punta richiesti per ciascuna classe o categoria dovrà essere stato svolto  interamente da uno dei soggetti del raggruppamento.

Si conferma la possibilità di utilizzare gli stessi servizi per la comprova dei requisiti richiesti al punto 6.3 lett. a) e 6.3 lett.b) sempre che venga rispettata la non frazionabilità dei servizi di punta in caso di raggruppamento temporaneo.

Sul punto si rimanda al parag. 6 .3 e 6.4 del Disciplinare di gara nonché alla normativa vigente e alle Linee Guida Anac nr.1, di attuazione del D.Lgs. 50/2016, “Indirizzi generali sull'affidamento dei servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria” aggiornate al D.Lgs. 56/2017 con Delibera del Consiglio dell'Autorità n. 138 del 21/02/2018